Eyebrow
Uno standard globale
Heading
Vantaggi per tutti con il riso sostenibile
Subheading
Lavorare oggi per garantire il riso di domani
Body

Molto probabilmente, nella tua dispensa c'è una confezione di riso in questo momento. E probabilmente lo consideri un alimento scontato, nella convinzione che in tutto il mondo sia un prodotto così abbondante e accessibile da non dover mai scarseggiare.

Purtroppo non è questa la realtà. Si prevede che la domanda di riso raddoppierà entro il 2050. Inoltre, la coltivazione di questo cereale è un lavoro molto tedioso, spesso svolto da piccole imprese agricole piuttosto che attraverso operazioni di tipo industriale su larga scala. Considerate le modeste dimensioni di queste aziende, il sostentamento degli agricoltori coinvolti e delle loro famiglie dipende interamente dalla coltivazione del riso. Ampliare le coltivazioni è spesso impossibile e, anche se così non fosse, raddoppiare la produzione mondiale di riso avrebbe un impatto drammatico sull'ambiente, a causa dell'utilizzo eccessivo di acqua e delle emissioni associate ai processi agricoli, colpevoli dell'effetto serra.

Essendo proprietaria del marchio di riso più conosciuto al mondo, Uncle Bens®, Mars Food aspira a guidare la trasformazione della produzione di riso verso una maggiore sostenibilità. Per questo siamo diventati membri della Sustainable Rice Platform (SRP), il primo standard globale per il riso sostenibile. Tutti i soggetti coinvolti nella filiera del riso potranno applicarlo per ridurre l'impronta ecologica della coltivazione del riso e migliorare la vita dei risicoltori.

Abbiamo contribuito alla definizione dello standard SRP, che applicheremo per garantire che il nostro riso provenga completamente da fonti sostenibili entro il 2020. Abbiamo già iniziato ad applicare lo standard SRP in India e Pakistan. Con la collaborazione di Bayer CropScience e dell'International Rice Resource Institute, abbiamo investito in un programma agricolo controllato in Pakistan, che stiamo ora implementando anche in alcune zone dell'India. L'elemento cruciale è stato l'offerta di incentivi agli agricoltori disposti a partecipare, che possono usufruire di formazione e sostegno per rendere più sostenibili le loro imprese. I vantaggi sono evidenti per tutti.

“Il vantaggio principale che ho ottenuto con la formazione è che ora per me è più facile vendere il riso che produco”.

— Tong Chat, risicoltore cambogiano

Gli sforzi che compiamo per migliorare la sostenibilità della risicoltura su scala globale rientrano nel più ampio impegno assunto dall'azienda per affrontare il forte impatto ambientale e sociale che interessa la nostra filiera. Dal 2007, abbiamo puntato la nostra strategia di approvvigionamento sostenibile in direzione di sei materie prime e alimenti: cacao, pesce, menta, olio di palma, arachidi e riso. Nel 2014, abbiamo aggiunto carne bovina, soia, carta e cellulosa. Nel complesso, la nostra strategia comprenderà 23 materie prime, ovvero il 60% del volume totale degli approvvigionamenti. C'è ancora molto lavoro da fare, ma siamo fieri di alcuni risultati raggiunti finora:

  • L'84% del nostro olio di palma è ora tracciabile e conosciamo i frantoi di provenienza
  • Il 26% del pesce e dei prodotti ittici deriva da fonti sostenibili, un passo avanti verso l'obiettivo di ottenere il 100% del pesce e dei prodotti ittici da fonti sostenibili entro il 2020
  • La percentuale di cacao certificato che acquistiamo ha raggiunto il 36% del volume totale, permettendoci di avvicinarci ulteriormente all'obiettivo di avere il 100% di cacao certificato entro il 2020.
  • Nel 2014, l'82,5% dei nostri imballaggi era riciclabile o recuperabile, in presenza delle infrastrutture necessarie.

Questa sfida è troppo grande per affrontarla da soli. Dobbiamo unire subito le forze per fare in modo che le generazioni future possano mangiare, coltivare e guadagnarsi da vivere coltivando riso il modo sostenibile.

Altre notizie da Mars nel mondo